Rossano. 36enne assolto da violazione degli obblighi familiare

Il Tribunale di Rossano, accogliendo la tesi difensiva degli avvocati Zagarese e Vena, ha assolto perché il fatto non sussiste il trentaseienne rossanese A.G.B. imputato perché, abbandonando il domicilio domestico e facendo mancare i mezzi di sussistenza ai figli minori ed al coniuge, poi legalmente separata, si sottraeva agli obblighi di assistenza inerenti alla potestà di genitore ed alla qualità di coniuge.  La tesi difensiva ha evidenziato che l’uomo non si era sottratto volontariamente agli obblighi familiari, ma invece lo aveva fatto seppur non rispettando le scadenze mensili,mentre l’impossibilità di retribuire alcune mensilità passate era dovuto al fatto che l’imputato versava in disagiate condizioni economiche a seguito dei numerosi debiti contratti nel corso del tempo e dei pignoramenti patiti.

Banner
Banner